Agenzia Giunta Web


  • FATTURAZIONE ELETTRONICA P.A.

    Attivazione nuovo servizioFatturazione elettronica Pubblica AmministrazioneDal 01/10/2014 l’Agenzia Giunta ha attivato il servizo FatturaWeb, con il quale il cliente potrà comodamente inviarci tramite il nostro portale, www.agenziagiunta.it, mezzo fax, copia della fattura cartacea, denominazione dell’ente a cui inviarLa e tutto il resto lo facciamo noi: creiamo le fatture elettroniche per la PA nel formato XML a norma, a partire dai tuoi dati le firmiamo digitalmente le trasmettiamo alla PA con le modalità di legge tramite il Sistema di Interscambio (SdI) gestiamo le notifiche e le ricevute del Sistema di Interscambio (SdI) archiviamo le fatture elettroniche, associandole alle relative ricevute le conserviamo a norma, complete del manuale della conservazione richiesto dalla legge se vuoi, le trasmettiamo a te e al tuo Commercialista, sia in formato PDF che XML, Servizi per Studi Legali, Commercialisti, Consulenti tecnici d'ufficio, Dottori.

  • ASSISTENZA DEPOSITO TELEMATICO

    ASSISTENZA DEPOSITO TELEMATICO L’Agenzia è lieta di informarLa che ha attivato un nuovo servizio per il deposito telematico di atti IN FORMATO ELETTRONICO, in conformità al processo civile telematico (PCT).

    Servizi per Studi Legali, Avvocati, Commercialisti, CTU, Ingegneri.

  • AGENZIA GIUNTA, Disbrigo Pratiche Amministrative e Forensi. Comm

    - Via Meana 9, Collegno-

    -c/o PALAGIUSTIZIA ''Bruno Caccia'' 4° piano scala B, stanza 41228-

    -c/o Ordine degli Avvocati di Ivrea, Via Cesare Pavese, n. 4 - 10015   Ivrea  il lun.merc.ven. 08.30/12.30      sito:www.agenziagiunta.it  www.pratichegiunta.it  

    e.mail: pratiche.giunta@gmail.com amministrazione.giunta@gmail.com fatture.elettroniche.pa@gmail.com

    recapiti  telefonici:011.5364057     ufficio Collegno                                                  011.0712338     ufficio Tribunale Torino                    fax 0110712962  mobile: 335.243368  328.7335962 

  • SEDE presso Tribunale di IVREA

    Al fine di ridurre le distanze ed agevolare la Nostra clientela, l' Agenzia Giunta sarà reperibile presso l'Ordine degli Avvocati di Ivrea con una postazione fissa, 8.30/12.30,il Lunedi /Mercoledì / Venerdì, per ritirare e consegnare le praiche affidateci. Gli incomenti per il Tribunale di Torino ed il Tribunale di Ivrea verrano di norma gestiti e lavorati il giorno seguente. Il consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Ivrea ha messo a disposizone, a titolo sperimentale e senza vincoli, uno spazio per lo svolgimento del servizio. Servizi per Studi Legali, Avvocati, Commercialisti, CTU, Ingegneri.

  • Servizio TOGHE

    Abbiamo attivato il servizio di noleggio toghe presso la postazione 4° piano scala B, stanza 41228 Torino.

  • SERVIZI AUSILIARI PER LA CUSTODIA GIUDIZIARIA DEGLI IMMOBILI PI

    Seguiamo con attenziaone e professionalità tutti gli adempimenti relativi alla custodia, dal primo sopralluogo alla liberazione dell’immobile e rendiconto finale della gestione.

    Avere un partner affidabile che cura in modo professionale e preciso tutti gli adempimenti della custodia immobiliare, relazionando puntualmente il cliente.DELEGATO ALLA VENDITA, CUSTODE GIUDIZIARIO IMMOBILI ALL'ASTA.

  • Servizi per Studi Legali

    - Deposito e ritiro atti sul Territorio Nazionale presso Unep, Tribunale, Giudice di pace, Commissione Tributaria, Camera di Commercio, Agenzia delle Entrate

    -Generazione, Trasmissione ed archivizione delle Fatture Elettroniche

    - Visure Pra, Camera di Commercio, Catasto, Conservatoria

    -Trascrizioni, Iscrizioni e Annotamenti Conservatoria, Catasto, Camera di Commercio, Pubblico Registro Automobilistico

    -Richiesta Certificazioni Ipocatastali

    -Deposito atti in via Telematica e assistenza al deposito

    -Richiesta Certificati in tutti Comuni d'Italia

  • Responsabilità ex art. 2051 c.c.: la decisione della Cassazione

    In tema di responsabilità ex art. 2051 c.c., sebbene insista sul danneggiato l'onere di provare il fatto dannoso oltre il nesso causale tra la cosa in custodia ed il danno, tuttavia, residua in capo allo stesso danneggiato un'ulteriore e più delicata prova quale l'esistenza di intrinseca pericolosità in capo alla cosa in custodia.

    E' necessario altresì provare che ove pure la cosa in custodia risulti inerte e priva di intrinseca pericolosità, tuttavia, lo stato dei luoghi presenti un'obiettiva situazione di pericolo tale da rendere altamente probabile, se non addirittura inevitabile, il verificarsi del danno.

    Il danneggiato potrà trovare agevole ristoro del danno patito ove dimostri che seppur la cosa in custodia non poteva in alcun modo essere portatrice di pericolo diversamente, lo stato dei luoghi o le circostanze dei luoghi, attesa la loro obiettiva situazione di pericolo, abbiano grandemente concorso al verificarsi dell'evento dannoso.

  • Cassazione: valida la querela implicita

    Per i reati per i quali è prevista la querela di parte, non servono necessariamente delle formule sacramentali ai fini della procedibilità, ma bastano anche le sole dichiarazioni rese dalla persona offesa alla polizia giudiziaria se dalle stesse emerga inequivocabilmente la volontà di sporgere querela. Sentenza numero 52538/2017, Corte di cassazione.

    In ogni caso, sebbene non sia necessario ritualizzare la querela in formule sacramentali, la volontà della persona offesa di querelare deve comunque essere esplicita, ovverosia desumibile da espressioni che possono essere interpretate come una manifestazione dell'intento di perseguire l'autore del fatto riportato alla polizia.

    I giudici hanno ricordato che, ad esempio, vanno considerate delle valide manifestazioni del diritto di querela la dichiarazione della persona offesa, fatta in sede di denuncia, di costituirsi o di riservarsi di costituirsi parte civile (v. Cass. n. 15166/2016) e l'integrazione di una precedente denuncia con la sollecitazione all'autorità giudiziaria di "voler prendere provvedimenti al più presto" (Cass. n.6333/2013). 

    Principio del favor querelae è possibile interpretare come querela anche delle manifestazioni lessicali non esplicite, rese in situazioni di incertezza ma provenienti inequivocabilmente dalla parte, anche indipendentemente dalla qualifica che la polizia giudiziaria abbia assegnato alla dichiarazione orale della persona offesa.

  • Impugnazione riconoscimento figlio: necessario curatore speciale

    Il Tribunale di Cremona, nella recente ordinanza del 29 maggio 2017, ha affrontato il tema della nomina del curatore speciale e della natura di tale figura, nell'ambito di una vertenza intrapresa ai sensi e per gli effetti dell'art. 263 c.c.

    E' stato rilevato come il curatore sia una figura ausiliaria volta a curare e rappresentare in giudizio gli interessi dei minori, poiché la posizione degli stessi si pone, in via generale ed astratta, in potenziale conflitto di interessi con quella dell'altro genitore legittimato passivo.

    In tema di impugnativa di riconoscimento di figlio nato fuori dal matrimonio per difetto di veridicità è necessario a pena di nullità del relativo procedimento, per violazione del principio del contraddittorio, la nomina di un curatore speciale per il minore (Cass. 1957/2016). Tale assunto consente di colmare la mancanza di una espressa previsione in tal senso dall'art. 263 c.c. (anche nella formulazione successiva al D.Lgs. 154/2013) mediante un'interpretazione costituzionalmente e convenzionalmente orientata.

    Alla luce del disposto di cui all'art. 182 c.p.c., ha rilevato il difetto di assistenza e rappresentanza della parte e, su successiva istanza attorea, ha provveduto a rimettere il fascicolo al Collegio per la nomina del curatore speciale. Il provvedimento in esame ha precisato infine che allorquando l'esigenza della nomina di un curatore speciale ex art. 78 c.p.c. si manifesti nel corso del giudizio ed in relazione ad esso, la decisione debba essere assunta dal Giudice (monocratico o collegiale nelle ipotesi di cui all'art. 50 c.p.c.) della causa pendente, a tanto non ostando la riconducibilità alla volontaria giurisdizione del decreto di nomina di cui all'art. 80 c.p.c.

Service 1

Fatture

Visualizza le tue fatture, controlla quali sono gli articoli associati e lo stato dei pagamenti.

Service 2

Lavorazioni

Controlla le tue pratiche, gli importi relativi e lo stato delle lavorazioni associate.

Service 3

Commissioni

Apri facilmente una nuova pratica inserendola nel repertorio dell' agenzia, compilando tutti i campi richiesti.